Dopo la nascita, nella sala parto cala un silenzio di tomba. I medici vedono per la prima volta QUESTO!

Condividi

Kate Lucas e il marito hanno già due figli grandi quando decidono di averne un altro. Il test di gravidanza è subito positivo. Il ginecologo scherza: “Allora ascoltiamo il cuore e vediamo se ce n’è uno solo!”. Durante l’ecografia, mette due dita sulla pancia. La donna è alquanto meravigliata che il medico faccia il simbolo della “pace”, ma poi lui le dice: “Ce ne sono due!”. E questa non è l’unica notizia che lascia Kate scioccata.

1

Gli ovuli si sono separati solo 8-13 giorni dopo la fecondazione, il che significa che nessuna membrana protettiva separa i due figli. Un giorno di più e i bambini sarebbero probabilmente diventati gemelli siamesi. Ma anche la cosiddetta gravidanza gemellare monocoriale comporta un rischio elevato: i cordoni ombelicali sono un pericolo per la vita dei bimbi, poiché possono essere intrecciati e causare il soffocamento. In questi casi estremamente rari, i gemelli hanno una possibilità di sopravvivenza pari a circa il 50%.

2

Incredibile quello che succede dopo: il medico consiglia alla donna, già insicura, di non dire a nessuno di essere incinta e lasciare invece che la natura faccia il suo corso! Kate, incinta di due gemelle, cambia immediatamente medico. A partire dalla ventottesima settimana di gestazione Kate trascorre cinque settimane in ospedale, dove combatte ogni giorno per la sopravvivenza delle gemelle. Quindi le viene fatto un cesareo. Quando i medici vedono il cordone ombelicale, un silenzio di tomba cala in sala parto…

3

I due cordoni ombelicali, supporto vitale, sono completamente annodati, al punto da costituire un unica treccia! É quasi un miracolo che non si siano separati e che le due bimbe siano ancora in grado di sopravvivere! Ma non basta.

4

Le gemelle sono piccole e magroline, prematuramente venute al mondo, ma per il resto in perfetta salute! La nascita è stata pianificata al momento giusto, perché presto o tardi una di loro, o entrambe, non sarebbero più state supportate da quel cordone ombelicale totalmente intrecciato.

5

Entrambe le gemelle, pure se nate prematuramente, non hanno nemmeno bisogno di un ventilatore o di un’incubatrice… semplicemente devono rimanere sotto osservazione. Poi, finalmente, possono entrambe andare a casa. Solo l’1% delle gravidanze gemellari è monocoriale: queste sorelle molto speciali appartengono dunque a una casistica rara, precedentemente poco esplorata.

6

Harper e Cleo oggi hanno 8 anni e ovviamente sono inseparabili, benché abbiano due caratteri molto diversi. Il loro ingresso alla vita, pure così difficile, sembra essere definitivamente alle spalle.